Author Archives: Livio Sverzut

  • 0

Anello dei Monti Cuar e Flagjel – 16 settembre 2020

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  Ο – Escursionismo  – Escursionismo Seniores
Capo escursione: ZORAT   Marino BERTOLDI   Gianni  
Contatti: 333 8363005 349 457495  
Grado di difficoltà: E Escursionistico
Tempi: 6:00 ore
Dislivello: Salita 800 m Discesa: 800 m  
Itinerario: Si percorre la strada che da Gemona conduce a Trasaghis. Superato il paese, subito dopo il sottopasso dell’autostrada, si gira a sinistra in direzione Avasinis. Prima di raggiungere la frazione si imbocca a sinistra la strada che sale verso il monte Cuar percorrendola fino al Cuel di Forchia dove si lascia la macchina.
Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 020
Sentieri CAI: 815 e 816
Interesse: Paesaggistico
Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI AVERE CON SE MASCHERINA E GEL DISINFETTANTE (dispositivi DPI), oltre alla normale attrezzatura di escursionismo
Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:300
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18,
Mezzo: Auto propriaRISPETTANDO LE NORME NAZIONALI E REGIONALI.
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI IN EMERGENZA COVID-19 

I partecipanti si impegnano a rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro inerente all’utilizzo dei dispositivi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) secondo quanto disposto dalle Autorità competenti al fine di limitare la diffusione del contagio virale. I partecipanti si impegnano a rispettare scrupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dai capi-escursione responsabili dell’attuazione delle misure anticovid durante l’escursione.

I partecipanti si impegnano a COMPILARE E SOTTOSCRIVERE IL MODULO DI DICHIARAZIONE E DI CONSEGNARLO AI CAPI-ESCURSIONE PRIMA DELL’INIZIO DELL’ESCURSIONE STESSA.

Chi intende aderire è consapevole che non potrà essere ammesso:

– se sprovvisto dei necessari DPI (mascherina e gel disinfettante) e di quant’altro indicato dai capi-escursione;

– se è soggetto a quarantena, se è a conoscenza di essere stato a contatto, negli ultimi 14 giorni, con persone positive o se non è in grado di certificare di avere una temperatura corporea inferiore a 37,5°C e assenza di sintomi simil influenzali ascrivibili al Covid-19.

Durante l’escursione i partecipanti si impegnano a rispettare scrupolosamente il distanziamento di 2 metri tra le persone.

Sono vietati scambi di attrezzature, oggetti, cibi, bevande o altro tra i partecipanti non appartenenti allo stesso nucleo familiare.

E’ responsabilità dei partecipanti non disperdere mascherine o quant’altro lungo il percorso al fine di evitare inquinamento a danno di tutti ma in specialmodo delle popolazioni montane.

IL NUMERO DI PARTECIPANTI E’ LIMITATO A 20 PERSONE PIU’ I CAPI-ESCURSIONE. PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO ISCRIVERSI CONTATTANDO PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE TELEFONICAMENTE

Relazione:

Poco prima di Cuel di Forchia si imbocca sulla destra il sentiero CAI 815 diretto a malga di Monte Cuar. Il sentiero inizia a salire prima tra arbusti e poi, via via, in un bosco di faggio e acero. A quota 1050 m circa si incontra una strada sterrata che si segue per un tratto verso destra fino ad incontrare nuovamente il sentiero che, in breve, ci conduce alla malga.

Dalla malga si continua verso nord-ovest sullo stesso sentiero 815 che poco sotto il Cuel dai Poz incrocia il sentiero che sale al monte Flagjel e che si segue verso destra e da qui, in circa venti minuti, ci conduce alla cima.

Per il ritorno si segue lo stesso percorso dell’andata fino ad incontrare il sentiero proveniente dalla malga che si tralascia continuando diritti verso la cima del monte Cuar che si raggiunge dopo un lungo percorso in cresta.

Si scende sul lato opposto seguendo il sentiero CAI 816 che percorre la cresta est con marcata pendenza fino ad icontrare la strada di servizio alla malga. La si percorre verso destra per circa 300 metri lasciandola quando si incontrare nuovamente il sentiero 816 che in pochi minuti ci riconduce alla macchina.

2020 20-60

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores


  • 0

Tesseramento CAI al tempo del Corona virus

Il prossimo 31 marzo scade il termine per il rinnovo del Tesseramento CAI. Purtroppo, causa le restrizioni dovute all’epidemia del “Corona Virus”, abbiamo dovuto interrompere tutte le nostre attività e chiudere la sede della nostra Sezione, per cui il rinnovo può essere fatto in due modi:

o il GIOVEDÌ con i seguenti orari (dalle ore 21 alle ore 22:30) riapriremo appunto la nostra sede sociale SOLO PER I TESSERAMENTI E LE NUOVE ISCRIZIONI.

Ovviamente vi verrà richiesta collaborazione rispettando tutte le normative anti COVID 19, presentandovi muniti di mascherina e rispettando le distanze di sicurezza imposte dal Ministero della Salute. Certi che comprenderete, vi aspettiamo felici di rivedervi finalmente…

oppure tramite bonifico bancario

all’IBAN : IT20S0708563730000010004286
intestato a Club Alpino Italiano Sez. di Cervignano.

Sarà nostra cura inviarvi, via posta, i bollini.

Il costo per il rinnovo è:

  • socio ordinario €. 46,50;
  • socio familiare €. 30,00;
  • socio giovane €. 17,00;
  • secondo socio giovane €. 9,00;
  • e socio ordinario juniores €. 30.

Inoltre, per chi sottoscrive l’abbonamento alla rivista Le Alpi Venete il costo è di €. 4,50.
Si raccomanda di mettere nella causale di versamento il nome del socio.
Per i nuovi tesseramenti si può scaricare dal sito i moduli di iscrizione, compilarli e spedirli via mail all’indirizzo cervignanodelfriuli@cai.it contemporaneamente provvedere al versamento di cui sopra aggiungendo per ogni nuovo iscritto la somma di €. 6,00.
Ringraziandovi per la cortese collaborazione vi invio cordiali saluti.

La Presidente
(Flavia Valent)


  • 0

Monte Poldanovec – Giovedì 5 marzo 2020

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  Ο – Escursionismo  – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

BERTOLDI   Gianni

TUNIZ    Diego

 
Contatti:

349 4574958

347 9758157

 
Grado di difficoltà: E Escursionistico
Tempi:

Salita ore 2:30  discesa ore 2:00

Dislivello: Salita 550 m    
Itinerario:

Da Gorizia, valicato il confine di stato, raggiungiamo Solkan. Usciti dall’abitato, sulla strada per Bovec, al semaforo prendiamo in salita la strada 608 che in una ventina di chilometri ci conduce a Lokve.

Cartografia:

1:50000 ” NANOS, Trnovski Gozed”

Sentieri CAI: locali
Interesse:

Paesaggistico e naturalistico

Equipaggiamento / attrezzatura

Equipaggiamento da media montagna, bastoncini e ramponcini

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:30.
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

Lasciata l’auto nella piazzetta di Lokve, imbocchiamo verso nord-est la rotabile asfaltata uscendo dall’abitato e dopo 1,5 km raggiungiamo il bivio di quota 1065 m, dove troviamo un cartello con l’indicazione della nostra meta.

Imbocchiamo l’ottima forestale e tralasciando, poco dopo l’inizio, la deviazione a sinistra per lo Stanov Rib, proseguiamo, nella spoglia faggeta mista ad abeti, lungo le pendici del Veliki Cesevnik, con squarci panoramici sulle alture circostanti e sulle innumerevoli doline.

Tralasciando a destra una flebile deviazione per il Turski Klanec, dopo una curva a gomito verso sinistra, raggiungiamo il Mojsko Sedlo. Da qui scendiamo fino al sottostante bivio di quota 1224 m, dove troviamo un cartello esplicativo del percorso. Proseguiamo in discesa a sinistra, contornando il lato occidentale della Mojska Draga, profonda dolina boscosa ed intravedendo nella faggeta la nostra meta, il roccioso monte Poldanovec.

Scendiamo ulteriormente fino a raggiungere un paio di curve ed il bivio di quota 1156 m, da dove seguiamo la forestale a sinistra che risale la dorsale nord ovest del Poldanovec fino a giungere il bivio successivo. Trascurato il sentiero in discesa a destra, che seguiremo al rientro, continuiamo ancora ripidamente verso nord fino a raggiungere l’aerea cima del Poldanovec, esposta verso nord, dove soffia a tratti un vento gelido. Dalla panoramica vetta, scendiamo ripidamente al primo bivio, l’ultimo in salita, da dove proseguendo a sinistra con un paio di svolte, raggiungiamo nuovamente la forestale poco prima dell’ampia curva, quasi al limite nord orientale della Mojska Draga. Ne costeggiamo lungamente il lato orientale fino a raggiungere la capanna Gojska Koca a quota 1168 m.

Dalla precaria capanna, rientriamo lungamente fino al bivio di quota 1224 m, contornando l’ampia dolina sul lato meridionale.

Raggiunto il bivio risaliamo nuovamente al Mojsko Sedlo e da qui scendiamo lungamente a Lokve lungo il percorso fatto all’andata.

2020 20-60

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores