CONCA DI PRICOT – Mercoledì 13 febbraio 2019

  • 0

CONCA DI PRICOT – Mercoledì 13 febbraio 2019

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  Ο – Escursionismo  – Escursionismo Seniores
Capo escursione: SVERZUT Livio FABRIS Gabriella  
Contatti: 328 3617576 338 3860656  
Grado di difficoltà: EAI Escursionismo in ambiente innevato
Tempi: Tempo totale ore 3,30
Dislivello: 500 m    
Itinerario: Da Pontebba si imbocca la strada che conduce a Studena Bassa. Giunti alla piccola località si prosegue fino alla fine dell’abitato dove si incontra, sulla destra, il ponticello sul torrente Pontebbana ove inizia il percorso dell’escursione.
Cartografia: Tabacco 018
Sentieri CAI: CAI 432
Interesse: Paesaggistico
Equipaggiamento / attrezzatura Bastoncini, ciaspole e ramponcini
Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:10. Palmanova parcheggio Caramel ore 7,30.
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

Dopo aver attraversato il torrente Pontebbana si inizia subito a salire con una serie di tornantini ravvicinati lungo un costone boscato. Si procede all’interno di un rado bosco di abete rosso e pino silvestre dal quale spesso si apre la visuale sul solco della val Pontebbana e sulla lontana insellatura di forca Pradulina. In corrispondenza di un crocefisso con panca la strada si appiana fino ad arrivare ad una passerella in legno sul rio Pricot nel punto in cui questo forma una piccola vasca. Dopo averlo attraversato, la pista riprende a salire con un paio di ripide rampe poi, a quota 918, passa accanto ad un piccolo fienile situato al limitare di un bel pendio erboso. Si riprende a salire, quindi, in modo costante a piccoli tornanti mantenendosi sulla destra orografica del torrente mentre il bosco intorno, con l’avanzare della quota, si trasforma progressivamente in faggeta. Giunti ad un evidente bivio, poco prima della conca, si prosegue diritti arrivando in breve a costeggiare il rio Pricot su terreno quasi pianeggiante ed in bella vista sul versante meridionale del monte Malvuerich. Lasciate a destra le deviazioni (segnavia CAI n. 433a) per le baite di Panegouz, si compie una decisa ansa a sinistra portandosi verso le prime abitazioni della grande conca di Pricot (1140 m). Dopo poco si abbandona la prosecuzione del segnavia CAI n. 432 che risale ancora lungamente fino alla forcje dai Claps e ci si porta a sinistra verso la zona più aperta. Si prosegue quindi lungo la carareccia fino a raggiungere il bivio incontrato in salita e da qui si segue in discesa la via di salita.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores


  • 0
Val Filza

Domenica 10 febbraio 2019 – Anello della Val Filza (1322 m)

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile   – Escursionismo Ο – Escursionismo Seniores
Capo escursione: Braida Ottaviano Sattolo Michele  
Contatti: 333 5281532 340 7114846  
Grado di difficoltà: EAI Escursionismo in ambiente innevato
Tempi: 6 ore circa
Dislivello: Salita 550 m Discesa: 550 m  
Itinerario: Escursione ad anello da Camprosso (819 m) attraverso strada forestale e sentiero CAI 506, Piana del Gacceman (1286 m) rientro continuando il sentireo CAI 506 e strada forestale.
Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 019
Sentieri CAI: 506
Interesse: Paesaggio innevato
Equipaggiamento / attrezzatura Abbigliamento invernale, Scarponi da montagna, giacca a vento impermeabile, berretto, guanti, occhiali da sole, bastoncini da trekking, thermos con bevanda calda, ciaspe e ramponcini.
Pranzo: Al sacco, cibi leggeri e facilmente digeribili, panino, frutta secca, biscotti secchi, cioccolato, barrette, thermos con bevande calde
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:00. Partenza ore 7:15
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

Escursione in Val Filza precedentemente programmata in data 3 febbraio 2019 e posticipata a causa delle avverse condizioni meteorologiche. 

Raggiunto in auto il paese di Camporosso in Valcanale, parcheggiamo le auto nei pressi della chiesa parrocchiale (905 m) e iniziamo l’escursione seguendo la strada asfaltata via Sorgenti che sale a nord fino al divieto d’accesso, poi percorriamo la strada forestale fino al bivio con il sentiero CAI 508, lasceremo questo sulla destra e proseguiremo per il sentiero CAI 506 che con tratti pianeggianti e lievi salite porta ad attraversare il greto del torrente Cella (1058 m). Giriamo a sinistra e con sentiero abbastanza sostenuto si risale il boscoso costone sbucando su una piana esbosa, oltrepassati i resti di un rudere ed una zona prativa (1315 m) si segue il sentiero e si arriva alla splendida piana di Gacceman (1322 m) dove approfitteremo per ristorarci ed osservare il bellissimo panorama sul Monte Cocco, Cima Bella e a sud sulle Alpi Giulie.

Val Filza
Per la discesa si riparte dalla piana prendendo la strada sulla sinistra e dopo un percorso misto tra carrareccia e bosco di faggio si arriva su un falsopiano dove incontriamo il bivio per la sella di Vuom (1162 m) che lasceremo sulla destra.proseguendo dritti per la strada con una serie di falsipiani e discese si arriva al torrente Vuom, una volta oltrepassato si arriva in breve alle prime case di Camporosso dove a quache centinaio di metri possiamo ammirare uno splendido faggio secolare per poi raggiungere le auto al parcheggio.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :


  • 0

Mercoledì 30 gennaio 2019 – Malga Tuglia (1599 m)

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  Ο – Escursionismo  – Escursionismo Seniores
Capo escursione: Gregorat Massimo Morettin Lucio  
Contatti: 349 6567580 335 5371963  
Grado di difficoltà: EAI Escursionismo in ambiente innevato
Tempi: 4.30 ore circa (soste escluse)
Dislivello: Salita 550 m Discesa: 550 m  
Itinerario: Da stadio biathlon a Malga Tuglia
Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 01
Sentieri CAI:  
Interesse: Paesaggio innevato
Equipaggiamento / attrezzatura Scarponi da montagna, bastoncini , ciaspe e ramponcini
Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:00. Partenza ore 7:15
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

Malga Tuglia si trova nella sella tra monte Tuglia a nord e il monte Cimon a sud. Si può raggiungere dal paese di Forni Avoltri, dal Centro Biathlon di Forni Avoltri o da Cima Sappada. Per la ciaspolata abbiamo scelto la partenza dal Centro Biathlon. Dal parcheggio nei pressi dell’impianto si imbocca una pista forestale che per un tratto segue la pista di fondo, camminiamo quindi sul bordo per non rovinarla, e in breve tempo ci colleghiamo alla pista forestale (segnavia CAI 230) che parte dal primo tornante della strada regionale per Sappada. La pista sale con numerosi tornanti fino a quota 1500 m circa, dove si immette il sentiero CAI 320 proveniente da Cima Sappada. La pista continua con alcuni saliscendi fino alla casera Tuglia, dietro la quale si staglia il monte Tuglia, dall’altra parte iniziando da sinistra il Pleros il Cimon e dietro la Creta Forata e il profilo dei monti Geu e Sierra. Ritorno per lo stesso percorso dell’andata. Carta Tabacco 01, Sentiero CAI 230, Dislivello 550, Lunghezza 9,5 km (andata e ritorno), Tempo indicativo: 4h 30m (escluse soste), Altitudine min 1050 m, Altitudine max 1597 m.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores