Archivio Categoria

  • 0

CAI – Giovedì 17 novembre 2022 – Anello di S. Canziano da S. Pietro al Natisone (h. max 723 m)

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo:  – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

Renato TAVERNA

Aldo BERTOLDI

 
Contatti:

331 2095993

320 8324936

 
Grado di difficoltà: E Escursionistico
Tempi:

complessive ore 05:30

Dislivello: Salita 700 m Discesa: 700 m  
Itinerario:

Traccia: Park S. Pietro al Nat. (Area Campo sportivo 174 m) –  m.te Roba (301 m) – Bivio CAI 749 ( Loc. Klancic 226 m) – Bivio CAI 749a (Makota 360 m) – Passo S. Canziano (658 m) – m.te S. Canziano (723 m) – Mezzana (463 m) – Bivio CAI 749 (450 m) – Quadrivio traccia percorso MTB (circa 400 m) – Loc. Klancic (226 m) – Park S. Pietro al Nat. – SVILUPPO DI CIRCA 14 km.

Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 41
Sentieri CAI:

749-749a- sentieristica locale.

Interesse:

Storico-Naturalistico

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI RISPETTARE LE NOTE OPERATIVE.   

Normale attrezzatura da escursionismo ed eventuale spray anti zecche.

Pranzo: Al sacco; privilegiare cibi leggeri e/o facilmente assimilabili.
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:15. Partenza ore 7:30. Palmanova park Caramel – ore 7:45.
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 16:00 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI   

Viene raccomandato ai partecipanti di rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro disposto dalle Autorità competenti in termini di misure anti-Covid, rispettando altresì scrupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dai capi-escursione.

COME DI CONSUETO, PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO PASSARE IN SEDE IL GIOVEDÌ PRIMA DELL’ESCURSIONE PER ISCRIVERSI O CONTATTARE PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE

Escursione riprogrammata dal 16 novembre 2022, al 17 novembre 2022 causa motivi metereologici.

Relazione:

Indicazioni stradali di avvicinamento.

Dal centro di S. Pietro al Natisone, raggiungibile da Cividale, imboccare a destra la strada che conduce al campo sportivo dove si può comodamente sostare con i veicoli.
L’escursione prenderà avvio dalla limitrofa via Podrecca dove si incontrerà il cartello del sentiero naturalistico del m.te Roba. Lungo la carrareccia che risale moderatamente le sue pendici vi sarà la possibilità di accedere in breve alla sommità del m.te Barda (249 m), a giudizio degli scriventi privo di interesse in ragione della folta boscaglia ivi presente. Proseguendo in direzione Nord lungo il crinale, si raggiungerà la cima del m.te Roba (301 m – punto di sosta attrezzato) scendendo quindi lungo la variante, indicata da cartello “DIFFICILE” (breve spezzone di cavo metallico), raggiungendo la strada asfaltata nei pressi di una cappelletta ed innestandosi sul sentiero CAI 749 che conduce alla vetta del m.te Matajur.

Al primo bivio si seguiranno le indicazioni per Mezzana raggiungendo poco dopo un ulteriore bivio in loc. Makota (360 m). Qui giunti si lascerà a sinistra il sentiero CAI 749 cominciando a risalire sulla destra  la variante 749a che conduce alla ricongiunzione con il sent. CAI 749 in corrispondenza del passo di S. Canziano (658 m). Si tralascerà momentaneamente il segnavia principale per risalire il crinale che porta in breve sulla boscosa cima del m.te S. Canziano, panorama limitato, occupata dai resti della omonima chiesetta del XV secolo ed in stato di abbandono dal 1935. Si scenderà nuovamente al passo per riprendere a sinistra la traccia del sent. CAI 749 che conduce dapprima fino all’abitato di Mezzana e da qui, proseguendo in discesa per breve tratto di strada asfaltata, al primo tornante, si seguiranno le indicazioni del segnavia CAI 749 lungo la carrareccia che riconduce nuovamente al bivio in loc. Makota. Al successivo quadrivio ci si inoltrerà lungo  un tracciato condiviso con traccia MTB che si ricongiunge alla traccia CAI 749 in prossimità della loc. Klancic e da qui in breve al park di S. Pietro.

Termine ultimo per le iscrizioni ore 12.00 del 15 novembre 2022.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 00431 364288
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores


  • 0
Palcoda

Mercoledì 19 ottobre 2022 “ANELLO DI TAMAR E PALCODA” da Tramonti di Sotto

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo:  – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

Zorat Marino

Bertoldi Aldo

 
Contatti:

333 8363005

320 8324936

 
Grado di difficoltà: E Escursionistico
Tempi: 2:30 ore salita, 2:00 ore discesa
Dislivello: 600 m    
Itinerario:

Tramonti di Sotto loc. Comesta 390 m – Vuar 524 m – Palcoda 628 m – Tamar 660 m – Tramonti di Sotto loc. Comesta 390 m

Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 28
Sentieri CAI:

831a – 832

Interesse:

storico – paesaggistico

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI RISPETTARE LE NOTE OPERATIVE.

Normale da montagna, bastoncini.

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:00, Palmanova park Caramel ore 7:15 – ore  8:00 Villalta di Fagagna bar “Mulinar”.
Luogo e ora di arrivo:

Palmanova park Caramel ore 17:30, Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:45 circa

Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI

Viene raccomandato ai partecipanti di rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro disposto dalle Autorità competenti in termini di misure anti-Covid, rispettando altresì scrupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dai capi-escursione.

COME DI CONSUETO, PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO PASSARE IN SEDE IL GIOVEDÌ PRIMA DELL’ESCURSIONE PER ISCRIVERSI O CONTATTARE PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE

Relazione:

Seguendo la pista nel vallone del Rio Tercenò, si arriva al bivio proseguendo a sinistra, per pista prima e per sentiero CAI n. 631a, poi verso Palcoda. Da qui, per pineta, ci s’ innalza per visitare dopo poco i due modesti borghi di Vuar, con la sua particolare abitazione dall’ inusuale soluzione architettonica e quello di Crovat posto a quota 523 m. Ritornati sul principale sentiero, si prosegue in salita fino a raggiungere la forcelleta di quota 663 m e, dopo aver visitato le cascate del Pisulat, si prosegue fino ai ruderi dell’abitato di Palcoda a quota 628 m.

Ripreso il cammino e riguadagnata la selletta, si ridiscende ora a sinistra verso l’abitato di Tamar a quota 660 m. dove visiteremo recuperate abitazioni fra cui il ricovero G. Valnerin gestito dalla sezione CAI di San Vito al Tagliamento.

Si prosegue ancora in discesa per bosco alternando fugaci schiarite sulla Val Tramontina e, raggiunto il bivio principale, si ritorna al parcheggio per pista percorsa all’andata.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 00431 364288
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores


  • 0

ANELLO DEL MONTE FESTONS – Mercoledì 28 settembre 2022

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo:  – Escursionismo Seniores
Capo escursione: Gregorat Massimo Morettin Lucio  
Contatti:

349 6567580

335 5371963  
Grado di difficoltà: E Escursionistico
Tempi: 4:30 ore circa
Dislivello: Salita 635 m

alt. min. 1.974 m  alt. max. 1.995 m

 
Itinerario: Da sella Rioda (1.800 m) si scende a sella Festons e quindi alla testata del Vallone del rio Rioda (1.729 m) per poi risalire a sella Rioda e ricongiungersi al sentiero dell’andata
Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 02
Sentieri CAI:

206-204-205

Interesse:

paesaggistico

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI RISPETTARE LE NOTE OPERATIVE. 

Equipaggiamento mormale da montagna, bastoncini facoltativi.

Pranzo: Al sacco, portare acqua
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 6:30, ore 6:45 presso Caramel Palmanova.
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI 

Viene raccomandato ai partecipanti di rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro disposto dalle Autorità competenti in termini di misure anti-Covid, rispettando altresì scrupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dai capi-escursione.

COME DI CONSUETO, PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO PASSARE IN SEDE IL GIOVEDÌ PRIMA DELL’ESCURSIONE PER ISCRIVERSI O CONTATTARE PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE

Relazione:

Giunti a casera Razzo si prende la strada che scende a Sauris e si parcheggia l’auto a sella Rioda (1.880 m). Imboccato il sentiero CAI 206 si contornano le pendici occidentali del monte Pezzocucco all’interno di un rado bosco e ben presto si giunge al filo di cresta. Ci si alza lungo il crinale superando un tratto malagevole che pur essendo il sentiero abbastanza comodo e ben tracciato richiede un minimo di attenzione. Giungeremo così ad una piccola insellatura sulla cresta del monte Palone e ignorato il sentiero che sale alla cima si scende sulla sinistra e dopo un pò troveremo un bivio e proseguiremo sul ramo di destra traversando in discesa i pendii dei monti Oberkofel e Festons e ci immetteremo sulla carrareccia che sale da Sauris, riprendendo a salire verso sinistra fino a raggiungere sella Festons (1.860 m).

Scenderemo ora verso la sottostante conca ma devieremo quasi subito sulla sinistra per ampia mulattiera non segnata, raggiunto il punto più basso alla testata del rio Rioda (1.729 m) si risale nuovamente fino al ripiano dove sorgono i resti della casera Rioda e attraversatala ci si tiene sulla destra del vallone e seguendo una traccia si sale fino a forcella Rioda (1.946 m). Dalla forcella si devia a sinistra risalendo una cresta erbosa e dopo un breve traverso ci si ricollega al percorso  iniziale presso l’insellatura del monte Palone di qui a breve si giunge alle auto.

P.S. al ritorno si può valutare con una piccola deviazione di salire al monte Palone  2.018 m.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 00431 364288
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores


Calendario articoli pubblicati

Dicembre 2022
L M M G V S D
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Le nostre immagini

Calendario eventi

Dicembre 2022
LMMGVSD
    1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
« Nov   Gen »

Informazioni contatto

0431 364288

info@caicervignano.it

Ogni giovedì dalle ore 21.00 alle 22:30

Via Garibaldi, 18 - 33052 CERVIGNANO DEL FRIULI (UD)