Monte Ciprnik (1736 m) da Kranjska Gora – Alpi Giulie slovene – Domenica 19 maggio 2024

Monte Ciprnik (1736 m) da Kranjska Gora – Alpi Giulie slovene – Domenica 19 maggio 2024

Tags :

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo:  – Escursionismo
Capo escursione:

Tiziana Delpiccolo

Ciro Cargnelli

Contatti:

0432 985881

338 3821476

Grado di difficoltà: E-EE Escursionisti – Escursionisti esperti
Tempi: 7:00 ore circa
Dislivello: Salita 1.000 m Discesa: 1.000 m
Itinerario:

Traversata Kranjska Gora – M. Vitranc e Ciprnik; Riserva Naturale Zelenci

Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 065
Sentieri CAI:

Sent. Slovenia n. 20 – n. 13

Interesse:

Naturalistico, paesaggistico

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI RISPETTARE LE NOTE OPERATIVE.

Buoni scarponi con suola scolpita, bastoncini; abbigliamento da media montagna. Portare un documento valido per l’espatrio.

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 6:20. Partenza ore 6:30
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 19:00 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI

COME DI CONSUETO, PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO PASSARE IN SEDE IL GIOVEDÌ PRIMA DELL’ESCURSIONE PER ISCRIVERSI O CONTATTARE PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE

Relazione:

Dopo aver lasciato un numero opportuno di auto alla partenza ed all’arrivo, ci incamminiamo dall’ampio park poco dopo il centro di Kranjska Gora (800 m), sulla strada per il passo Vrsic. Attraversata la strada e percorso un centinaio di metri, prendiamo il sentiero a destra segnalato da una tabella gialla, indicante N.20-Vitranc. La dorsale del Vitranc si risale a diagonali alternate a qualche strappo ripido, fra larici ed abeti: alcuni punti offrono interessanti scorci sulla selvaggia valle sottostante della Mala Pisnica; il tracciato non è difficile, ma presenta alcuni tratti dirupati e un po’esposti. In seguito, passiamo sul lato nord, con alcune finestre panoramiche che si aprono su Kranjska Gora; in corrispondenza di un bivio segnalato per il Bedancev Dom, noi risaliamo verso sinistra faticosamente su fondo scivoloso e in poco più di 2 ore arriviamo al nuovissimo Moicin Dom (1.555 m) poco lontano dal vecchio e dismesso Dom Na Vitrancu. Purtroppo questa zona, dove c’era fin poco tempo fa una bella radura verde in mezzo agli abeti, è stata rovinata per far spazio all’arrivo di una pista sci, nonché per la costruzione del nuovo rifugio.

Dopo una breve sosta si prosegue per 1 ora con saliscendi ancora sulla dorsale del Vitranc (quota massima 1.634 m) oltrepassando alcuni schianti di alberi, fino al bivio ben segnalato da dove si prende il sentiero per la salita alla nostra meta. Ripido ma non difficile, in mezzo ai pini mughi, troviamo qualche punto facilitato da corrimano e staffe metalliche: in circa 40 min. siamo sulla cima, pulpito di eccellenza per ammirare le severe e splendide Alpi Giulie slovene; verso nord invece la vista si apre sul rilassante verde della valle della Sava Dolinka, ai piedi delle Karavanke.

Ritornati al bivio precedente, si scende ora verso NW verso Planica, per il sent. 13 in un bel bosco inizialmente a faggeta, ripido e con qualche albero schiantato a ostacolare il percorso; un piccolo terrazzo panoramico a quota 1.280 m offre una ampia vista sui trampolini del Centro di salto con gli sci, ma anche sul dirupato versante nord del Ciprnik. Giunti a valle passiamo di fianco all’albergo Dom v Planici e poi per rilassanti prati fino alla pista ciclabile e alla Riserva Naturale Zelenci: merita visitare brevemente il laghetto verde/blu, davvero particolare, situato al centro di una zona umida.

Oltre il laghetto giungiamo al parcheggio dove troveremo le auto lasciate al mattino. Per la discesa avremo impiegato circa 3:00 ore.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 00431 364288
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it


Riserva Naturale della Val Alba e M.te Chiavals per via normale – 10 settembre – Una bella cima finalmente

Tags :

Category : Alpinismo giovanile

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo:  – Alpinismo Giovanile
Capo escursione:

Pontel Eugenio

Elisabetta Dipiazza

Contatti:

340 5041285

338 9068280

Grado di difficoltà: E-EE Escursionisti – Escursionisti Esperti
Tempi:

5:30 ore circa (senza pause)

Dislivello:

Salita: 1.043 m

Discesa: 1.043 m
Itinerario:

Dal parcheggio di località Riu da la Smesse in Val Alba, saliamo al Bivacco Giuseppe Bianchi prima e alla cima del M.te Chiavals poi. Il rientro avviene per lo stesso percorso dell’andata.

Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 018 – ALPI CARNICHE ORIENTALI, CANAL DEL FERRO
Sentieri CAI:

450, 428a, 428, 425

Interesse:

Storico, Geologico, paesaggistico

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI RISPETTARE LE NOTE OPERATIVE.

Normale attrezzatura di escursionismo più cambio da lasciare in auto.

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:00. Partenza ore 7:10
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI

COME DI CONSUETO, PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO PASSARE IN SEDE IL GIOVEDÌ PRIMA DELL’ESCURSIONE PER ISCRIVERSI O CONTATTARE PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE

Relazione:

Se sei interessato alla nostra attività di Alpinismo Giovanile o conosci qualcuno che potrebbe essere interessato contatta il responsabile del gruppo Pontel Eugenio 340 5041285 o passa in sede giovedì sera dalle 21:00.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 00431 364288
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it


CAI – Picco di Mezzodì (2063 m) – 9 luglio 2023

Tags :

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo:  – Escursionismo
Capo escursione:

Renato Taverna

Davide Di Lazzaro

Contatti:

331 2095993

348 0882066

Grado di difficoltà: E-EE Escursionisti – Escursionisti Esperti
Tempi:

Salita 3:15 ore, discesa 2:45 ore.

Dislivello:

1100 m. 11 km.

Itinerario:

Lago superiore di Fusine – sella Colrotondo – Picco di Mezzodì

Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 019
Sentieri CAI:

514, 515

Interesse:

Geologico, paesaggistico, alpinistico

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI RISPETTARE LE NOTE OPERATIVE.

Normale attrezzatura escursionistica

Pranzo: Al sacco; buona scorta d’acqua
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 6:15. Partenza ore 6:30
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:00 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI

COME DI CONSUETO, PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO PASSARE IN SEDE IL GIOVEDÌ PRIMA DELL’ESCURSIONE PER ISCRIVERSI O CONTATTARE PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE

Relazione:

Il punto di partenza dell’escursione proposta è il lago superiore di Fusine. Il Picco di Mezzodì è una cima poco frequentata ma di grande interesse, sia per l’ambiente ancora abbastanza selvaggio che per la grande panoramicità che offre la cima, infatti in caso di bel tempo si può ammirare il Mangart, le Ponze, Montasio, Jof Fuart, catena del Canin, oltre che sull’anfiteatro delle altre cime circostanti. Lasciata la macchina si intraprende il sentiero CAI 514. Percorso un buon tratto di strada forestale il sentiero si inoltra ripidamente per circa un’ora e mezza fino al bivio posto a Sella Colrotondo. Da questa il sentiero volta a sinistra e prosegue sulla cresta boscosa per un’altra ora e quindici minuti circa fino a raggiungere la pietraia posto sotto al Picco di Mezzodì.

Qui il sentiero si inerpica ripidamente fino ad impennarsi sotto una placca rocciosa che bisogna scalare (I grado relativamente esposto) che in caso, può essere protetto facilmente. Ci si porta su una cengia soprastante e si continua fino al bivio segnalato per forcella Ratece, che si ignora per voltare invece a destra e salire tra mughi e pietraia fino alla cima del Picco (2063 m.).

Dopo una meritata sosta in cima, la discesa avviene per lo stesso itinerario di salita.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 00431 364288
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it


Calendario articoli pubblicati

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Calendario eventi

Giugno 2024
LMMGVSD
      1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
« Mag   Lug »

Informazioni contatto

0431 364288

info@caicervignano.it

Ogni giovedì dalle ore 21.00 alle 22:30

Via Garibaldi, 18 - 33052 CERVIGNANO DEL FRIULI (UD)