Mercoledì 14 settembre – Creta di PONTE DI MURO

  • 0
Creta di Ponte di Muro

Mercoledì 14 settembre – Creta di PONTE DI MURO

La Creta di Ponte di Muro è la cima più orientale del gruppo delle Crete di Gleris. Una zona questa molto poco frequentata dagli escursionisti e per questo ancora molto selvaggia. Ma la sua bellezza sta anche in questo.

L’escursione già prevista per il 14 settembre sul monte Spitzegel, in Austria, viene annullata a causa della chiusura al traffico della strada di accesso al punto di partenza. In sostituzione viene anticipata l’escursione alla Creta di Ponte di Muro prevista in calendario per il prossimo mese di ottobre. Il 19 ottobre è prevista l’escursione all’Anello Kobilja glava.

Dal toponimo “Gleris” si deduce la particolarità dell’ambiente decisamente ghiaioso che si percorre fin dalla partenza e per tutto il percorso.
Da Pontebba si risale la strada che conduce a Studena Alta oltrepassando il piccolo abitato ed anche la successiva frazione di Frattis. Subito dopo questa, ma prima di giungere ad Aupa, si imbocca sulla sinistra la rotabile asfaltata che si inoltra nel vallone di Gleris. La si percorre tutta fino al divieto di transito a quota 1124 (piccolo parcheggio).
Sul bordo della strada un cartello-freccia indica la direzione per la forcella alta di Ponte di Muro che si nota molto bene già da quel punto e segna la divisione tra le Sette Picche e la Creta di Ponte di Muro. Si scende nel greto sottostante per risalire le ghiaie nella direzione indicata da una serie di paletti di legno. Intersecata una pista sterrata, ci si alza lungo un pendio inerbito fino a giungere al suo vertice. I segni CAI ci conducono ora ad attraversare il greto principale, tra macigni e ghiaie grossolane che ben presto si esauriscono per lasciare il posto ad una vegetazione a bassi arbusti. Ci si destreggia salendo tra mughi e bassi larici seguendo il corso di un piccolo greto o tenendosi sul suo bordo fino ad arrivare all’imbocco del canale che scende direttamente dalla forcella alta di Ponte di Muro. Qui a destra è possibile salire alla forcella del Forame (cartelli CAI e scritte sulle rocce) ma noi invece ci teniamo a sinistra iniziando a rimontare il canale. Recenti bolli rossi ci guidano durante la risalita che avviene lungo un sentierino ripido e non sempre marcato, ma comunque privo di grosse difficoltà. Nella parte alta il terreno si fa più erboso e su traccia migliore si guadagna l’intaglio di forcella alta di Ponte di Muro (1613 m). Appena affacciati sulla forcella ci compare di fronte l’imponente sagoma del Zuc dal Bor. Sulla forcella transita il sentiero CAI 429 che lo si imbocca a sinistra. Da qui si risale lungo un sentiero con una serie di svolte strette e ripide, ed in alcuni punti piuttosto esposto. Superando anche qualche facile gradino roccioso, si guadagna il ripiano sommitale invaso dalla mugheta e ben presto si raggiunge la cima della Creta di Ponte di Muro (1674 m, ampio panorama). Per il ritorno si segue lo stesso percorso dell’andata.

Partenza dalla sede CAI di Cervignano ore 7,30
Carta: Tabacco 18
Dislivello: 600 m
Difficoltà: E
Lunghezza del percorso: 7 km
Altitudine min: 1124 m
Altitudine max: 1674 m
Tempo del percorso: 4,15 ore
Coordinatore: Livio Sverzut 328 3617576

Category : Gruppo Seniores


Lascia un commento

Calendario articoli pubblicati

settembre: 2016
L M M G V S D
« Ago   Ott »
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Le nostre immagini