Author Archives: Livio Sverzut

  • 0

Mercoledì 27 novembre 2019 – Monte Lanaro (544 m)

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  Ο – Escursionismo  – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

FREGONESE Fausto

BERTOLDI   Aldo

 
Contatti:

347 4780860

320 8324936

 
Grado di difficoltà: E Escursionistico
Tempi:

Tempo totale ore 4:25 – visita alla Casa Carsica e pranzo ore 2:00

Dislivello: 250 m    
Itinerario:

Giunti a Rupinpiccolo (frazione di Sgonico) si segue a destra la strada in direzione di Sagrado di Sgonicco fino al bivio per questa frazione ove si lascia l’auto.

Cartografia: Tabacco 047
Sentieri CAI:

CAI 40, 3 e 24

Interesse:

Paesaggistico, naturalistico e etnico

Equipaggiamento / attrezzatura

Equipaggiamento da media montagna e bastoncini

Pranzo:

In osmiza

Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:30.
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

Il Monte Lanaro  (Volnik) si trova nell’omonima Riserva naturale Regionale situata sul Carso triestino a cavallo tra i comuni si Sgonico e Monrupino.

Molti sono i sentieri che conducono alla vetta, noi percorreremo l’anello che da Sagrado di Sgonicco sale alla vetta e, quindi, da questa si discende passando per Rupingrande (Repen), per lo stagno Mocilo e per la cava di Petrovizza chiudendo così l’anello.

Parcheggiata l’auto al bivio di Sagrado ci incamminiamo  in direzione di Rupinpiccolo, passando nei  pressi di un castelliere, fino ad incontrare il bivio con il sentiero 40. Svoltato a destra si segue il sentiero in direzione del monte Voistri attraversando una fitta boscaglia carsica. Giunti nei pressi del monte ci si dirige verso il confine di stato fino ad incontrare il sentiero Scabar che, seguendolo verso destra ci conduce direttamente alla cima del Monte Lanaro dove la classica landa carsica ci permette di godere di un vasto panorama che spazia dal Golfo di Trieste, al Monte Taiano, al Monte Cocusso, al Nanos e a tutti i rilievi della valle del Vipacco. La discesa avviene sul lato opposto del monte seguendo il sentiero 3 attraverso un bosco di rovere, cerro e carpino fino ad un bivio dove si abbandona il sentiero 3 per svoltare a destra incontrando, poco dopo, il segnavia 24 che percorre una strada prima lastricata e poi asfaltata passando vicino ad una bella radura parzialmente occupata dalle strutture di un poligono di tiro. Giunti a Rupingrande visiteremo la Casa Carsica e poi è previsto un momento conviviale in una osmiza dove gusteremo una ottima iota e altro (costo €.15 bevande comprese). Ripreso il cammino passeremo nei pressi dello stagno mocilo e della cava Petroviza per arrivare, subito dopo, alle macchine.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores


  • 0

Monte Nevoso – Mercoledì 30 ottobre 2019

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  Ο – Escursionismo  – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

BERTOLDI  Gianni

DE LAZZARI   Tiziano

 
Contatti:

349 4574958

338 2891176

 
Grado di difficoltà: E Escursionistico  
Tempi: Tempo totale 4.30
Dislivello: 600 m    
Itinerario:

Da Ilirska Bistrica si sale lungo la strada, parzialmente bianca, che conduce al villaggio di Sviščaki dove si lascia l’auto.

Cartografia:  
Sentieri CAI:

Sentieri locali sloveni

Interesse:

Paesaggistico e naturalistico

Equipaggiamento / attrezzatura

Equipaggiamento da media montagna e bastoncini

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:00.
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

Questa escursione si svolge in una delle foreste più affascinanti della Slovenia. Nella foresta del monte Nevoso vivono ben 10 specie di mammiferi carnivori e  fra questi l’orso con la presenza di quasi 50 esemplari.

L’escursione inizia dal villaggio di Sviščaki imboccando la strada bianca che si addentra tra le case e dopo alcune curve si allontana dall’abitato entrando nella faggeta. La strada continua a salire in direzione nord-est con pendenza costante e sempre più ripida. Verso quota 1500 m la vegetazione di faggi si presenta sempre più bassa e contorta a causa del vento di Bora, che qui soffia con particolare forza, e via via si va diradando per lasciare spazio ai pini mughi fino ad uno spiazzo erboso da dove si intravede la cima del Nevoso. Seguendo la segnaletica si imbocca il sentiero che si inerpica verso la vetta passando tra i mughi. La salita prosegue mentre anche la mughetta inizia a diradarsi e, seguendo il sentiero che attraversa i prati somitali, in breve si giunge al rifugio, posto a pochi metri sotto la vetta, e da qui alla vetta stessa (1796 m). Dalla cima tondeggiante e priva di asperità, dove si apre una profonda fessura con neve perenne, si gode un panorama a 360° davvero unico che nelle giornate limpide spazia fino a Trieste e al monte Maggiore. Per la discesa si segue il percorso di salita fino allo spiazzo erbosa e lungo la strada fino al primo tornante dove, a sinistra, ha inizio un sentiero segnalato da un segnavia sull’albero. Da qui seguendo il percorso del sentiero indicato dalle segnalazioni sugli alberi si raggiunge la radura del villaggio.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores


  • 0

Giovedì 3 ottobre 2019 – ANELLO DI CUESTA SPIOLEIT

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  Ο – Escursionismo  – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

GONELLA Giuseppe

ZORAT Marino

 
Contatti:

340 5566052

333 8363005

 
Grado di difficoltà: EE Per escursionisti esperti
Tempi:

Tempo totale ore 6:30

Dislivello: 1100 m    
Itinerario:

Per l’anello Cuesta Spioleit, da Tolmezzo si prende la strada per Verzegnis e da qui si prosegue per Sella Chianzutan.

Cartografia: Tabacco 013
Sentieri CAI:

826 – 830 e sentieri locali non segnati

Interesse:

Paesaggistico e naturalistico

Equipaggiamento / attrezzatura

Equipaggiamento da media montagna e bastoncini

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 6:45. Palmanova parcheggio Caramel ore 7:00
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

L’escursione odierna era prevista in calendario per il giorno mercoledì 2 ottobre, causa problemi organizzativi viene rinviata al giorno dopo giovedì 3 ottobre. Giunti a sella Chianzutan si prosegue lungo la strada che conduce in Val D’Arzino e al quinto tornante si svolta a destra in direzione Preone. Dopo circa tre chilometri si arriva in prossimità degli stavoli Piè della Valle dove si parcheggia. Ci si incammina lungo la pista forestale diretta a Casera Teglara (segnavia CAI 826) che risale il bosco con ampi tornanti.  Raggiunto il primo bivio (alla quota di circa 1000 m) si abbandona la direttrice principale per imboccare, a sinistra, la bretella forestale che, ben presto, oltrepassa il Rio Teglara. Dopo un centinaio di metri si incontra un grosso masso sulla sede stradale e qui si abbandona la strada per svoltare a destra imboccando l’esile traccia che si addentra nel bosco e sale a Casera Cueston. Individuata la direzione si prosegue salendo nel bosco su traccia non sempre evidente (è necessaria un certa attenzione per individuare i rari bolli di vernice rossa) fino a giungere nei pressi dei ruderi di Casera Cueston (1145 m). Pochi metri prima della casera ci si immette sulla traccia proveniente da Malga Vallon (poco marcata ma segnalata da radi segnavia giallo-rossi) che si segue in direzione sud-est. A quota 1275 m si incontra un bivio segnalato. Trascurato il sentiero di destra si prosegue diritti ed in breve si giunge alla Forchia Bassa (1341 m). Svoltando a destra si inizia la faticosa salita del ripido crinale che da Forchia Bassa conduce alla cresta sommitale: è il tratto più impegnativo a causa della notevole pendenza e della mancanza di una traccia utile da seguire, oltre all’assenza di segnaletica (solo qualche raro bollino rosso sbiadito peraltro difficile da individuare e comunque di scarsa utilità). E’ quindi opportuno procedere, senza percorso obbligato, seguendo la direzione della linea di cresta, mantenendosi ad adeguata distanza dal bordo del versante meridionale che in alcuni punti precipita ripidissimo sulla sottostante vallata del Rio Giaveada. Usciti dal bosco, una ripida rampa erbosa permette di guadagnare una prima cima, da dove è possibile liberare lo sguardo che da qui in poi può finalmente spaziare a 360° dalle Giulie alle Dolomiti. Seguendo l’aerea cresta sommitale, in alcuni tratti molto esposta, si giunge alla cima più elevata di Cuesta Spioleit (1687 m).

 

Si  prosegue  verso  ovest  seguendo  sempre  il  filo della cresta con andamento ora più irregolare e, superati alcuni  passaggi estremamente  esposti,  l’ultimo dei quali su  una  cengetta  rocciosa  molto esposta (I° grado), si giunge ad un piccolo intaglio dove si incrocia il sentiero CAI 830 che scende a Casera Teglara. Dalla casera si rientra al parcheggio in circa ore 1.30  percorrendo la lunga pista forestale di servizio alla casera (6 km).

IL GIOVEDI’ 26 OTTOBRE VERRA’ PRESENTATA, IN SEDE CAI, L’ESCURSIONE E LI’ VERRANNO RACCOLTE LE ADESIONI.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores


Calendario articoli pubblicati

Dicembre: 2019
L M M G V S D
« Nov    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Le nostre immagini