Archivio Categoria

  • 0

Sabato 7 marzo 2020 – Malga Glazzat Alta (1348 m) – da sella Cereschiatis

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile – Escursionismo Ο – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

Stefano Viotto

Ottaviano Braida

 
Contatti:

340 6790 399

333 5281 532  
Grado di difficoltà: EAI Escursionismo in ambiente innevato
Tempi:

salita 2:00 ore – discesa 1:30 ore.

Dislivello: Salita 400 m Discesa: 400 m  
Itinerario:

Escursione notturna da sella Cereschiatis (1048 m) in Val Aupa alla Malga Glazzat Alta.

Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 018
Sentieri CAI: 434
Interesse:

Paesaggistico al chiarore della Luna.

Equipaggiamento / attrezzatura Ciaspe, lampada frontale.
Pranzo:

Cena allo Spiedo a Resiutta.

Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:00. Partenza ore 15:30
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 23:00 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

Indicazioni stradali.

Giunti in centro a Pontebba si prosegue brevemente in direzione di passo Pramollo, superato un sottopasso, si svolta a sinistra salendo in direzione della Val Aupa. Usciti dal paese si segue la Strada Provinciale per alcuni  chilometri sino ad arrivare alla sella Cereschiatis (cartello stradale). Qui potrete trovare parcheggio sulla sinistra oppure poco dopo a destra della sella. Dipende dal livello di neve.

Escursione.

Si parte dallo spiazzo antistante il cartello stradale di Sella Cereschiatis imboccando l’evidente traccia più a destra, si tratta della carrareccia che conduce alle Malghe Glazzat Bassa ed Alta. Percorriamo la strada avvolta nel bosco, passando qualche canalone di scarico di acqua e detriti e una piccola casupola per il fieno, sino a sbucare su un ampia radura. Siamo arrivati nelle vicinanze della Malga Glazzat Bassa.

Attraversata la radura si prosegue sempre lungo l’ampia strada che si inoltra in un bosco di faggio ben curato.

Superata una seconda area prativa con al centro un abbeveratoio e un masso con le indicazioni del sentiero CAI, rientriamo nel bosco e saliamo alcuni tornanti fino a giungere nei pressi del cartello di indicazione della malga, qui voltiamo decisamente a destra per salire sull’altura che sovrasta la malga .

L’area, priva di vegetazione, consente col chiarore della Luna di ammirare un bellissimo panorama a 360 gradi spaziando dal Vallone dei Gleris, alle cime dei Due Pizzi e alla “piramide” del Jof di Miezegnot, al Cavallo di Pontebba e alle cime delle Carniche a ovest.

Scendiamo in direzione nord per giungere in breve a Malga Glazzat Alta. D’inverno la malga è chiusa, ma i tavoli esterni invitano ad una breve sosta per uno spuntino e godersi lo spettacolo che offre il panorama e la natura immersi nel bianco.

Per il ritorno proseguiamo oltre la casera, in direzione nord-est scendendo lungo i pascoli della malga fino ad incrociare la carrareccia nei pressi dell’abbeveratoio incontrato precedentemente.

Qui si potrà riprendere a ritroso il percorso fatto all’andata fino a giungere al parcheggio.

La ciaspolata è molto semplice e nel complesso poco faticosa, ma regala davvero un bellissimo panorama illuminato dalla Luna.

Iscrizioni: presso la sede CAI il giovedì dalle ore 21:00 – tel. 0431 30283

2020 20-60

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :


  • 0

15-16 febbraio 2020 – Baita Diana e m.te Talm

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  – Escursionismo Ο – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

AE Boemo Cristian

Sattolo Michele

 
Contatti:

348 7693599

340 7114846

 
Grado di difficoltà: EAI Escursionismo in ambiente innevato
Tempi:

primo giorno 2:00    secondo giorno 0:45 + 2:00

Dislivello:

Salita 750 + 180 m

Discesa 950 m

 
Itinerario: Dalla borgata di Luch 755 m Comune di Sostasio, per strada forestale s. 226 saliremo direttamente alla Baita Diana che sorge a poche centinaia di metri dalla Sella di Talm verso E. La mattina seguente proseguiremo sul sent. 226a per raggiungere la cima. Il ritorno verrà fatto percorrendo lo stesso tracciato di salita.
Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 01
Sentieri CAI:

226, 226a

Interesse:

ambientale

Equipaggiamento / attrezzatura

ramponi o ramponcini, ghette, sacco a pelo, materassino, abbigliamento tecnico invernale adatti a bivaccare in struttura spartana, torcia frontale.

Pranzo:

Al sacco, cena frugale in baita.

Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 15:00.
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 12:00 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

L’escursione proposta, mira a soddisfare la richiesta di vivere un’esperienza diversa, adattandosi a condizioni spartane tipiche delle generazioni passate oramai quasi dimenticate. I posti limitati, le condizioni pur sempre sopportabili ma inusuali di un pernotto in baita, contribuiranno a rendere l’esperienza “unica”. Inoltre la salita di primo mattino con le lampade frontali in mezzo al bosco, in silenzio, raggiungendo la panoramica vetta per godere della bellezza del sorgere del sole, darà il giusto valore all’escursione.

Il percorso,principalmente si svolgerà su strada forestale; ci saranno condizioni di scarso innevamento, e dove se ne troverà, risulterà compatta.

La presentazione dell’escursione si terrà giovedì sera 13 febbraio c/o la sede sociale.

2020 20-60

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :


  • 0

Domenica 12 gennaio 2020 – Malga Pieltinis

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  – Escursionismo Ο – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

MORETTIN   Lucio

GREGORAT  Massimo

 
Contatti:

335 5371963

0432 997444

 
Grado di difficoltà: EAI Escursionismo in ambiente innevato
Tempi:

Tempo totale ore 5

Dislivello: Salita 700 m    
Itinerario:

Da Ampezzo si risale la strada che conduce a Sauris. Giunti a Sauris di Sotto si parcheggia nei pressi del prosciuttificio Wolf.

Cartografia: Tabacco 01
Sentieri CAI:

CAI 218 e sentiero locale 2a

Interesse:

Paesaggistico, naturalistico e etnico

Equipaggiamento / attrezzatura

Equipaggiamento da media montagna, bastoncini, ciaspe e ramponcini

Pranzo: al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:00.
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

La conca di Sauris è un territorio dove il pascolo ancora oggi, nonostante l’abbandono, domina incontrastato e dove in pochi chilometri si trovano concentrate numerose malghe. La facilità d’accesso, la rete dei collegamenti e la ricchezza d’acqua rendono quest’area particolarmente vivace nel settore dell’alpeggio. Meta della nostra escursione odierna è la malga Pieltinis posta nella conca tra i monti Pieltinis e Torondon.

Lasciata l’auto nei pressi del prosciuttificio Wolf ci si incammina lungo la strada che sale verso nord con segnavia 2a. Al bivio posto a quota 1350 m (sopra l’arrivo superiore dell’impianto di risalita) si sale a sinistra fino a quota 1400 m dove si incontra l’inizio del sentiero CAI 218. Ci si dirige, quindi, su questo sentiero in direzione est (a destra) addentrandosi nel bosco di abeti e faggi fino al bivio che si incontra a quota 1673 m. Trascurato il sentiero che scende verso destra si continua a salire lungo il sentiero di sinistra che in breve raggiunge la poco marcata insellatura di quota 1732 m alla base del monte Rinderperk. Da qui si continua in campo aperto verso nord-ovest attraversando a mezza costa, tra gli arbusti, per un marcato solco che dolcemente attraverso i pascoli ci porterà alla casera Pieltinis.

Per il ritorno si ripercorre la stessa strada di salita fino al bivio di quota 1673 m dove si prende il sentiero che si stacca verso sinistra scendendo verso sud-est prima e verso sud-ovest poi, ci conduce al rifugio Eimblat de Ribn e da qui per la strada sterrata contrassegnata 2a fino ai stavoli Raitm chiudendo così l’anello e, per la strada percorsa in salita, si arriva fino alle auto.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :


Calendario articoli pubblicati

Aprile: 2020
L M M G V S D
« Mar    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Le nostre immagini