Archivio Categoria

  • 0

Domenica 16 dicembre 2018 – Mali e Veliki VRŠE (930 m)

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile – Escursionismo Ο – Escursionismo Seniores
Capo escursione: Bruno Mocenigo Gianni Antonelli  
Contatti: 349 2129 881 393 0465 878  
Grado di difficoltà: T Turistico  
Tempi:  3,30 ore circa andata e ritorno
Dislivello: Salita 300 m Discesa: 300 m  
Itinerario: Il Mali e Veliki Vrše (930 m) sono due alture poste all’estremità nord dell’altipiano di Trnova, sopra il paese di Čepovan e a breve distanza da Nova Gorica.
Cartografia:  
Sentieri CAI: Sentieri non numerati e strade forestali
Interesse:  Storico e naturalistico.
Equipaggiamento / attrezzatura  
Pranzo: Al termine classica “jota slovena” in agriturismo a Lokve (è necessaria la prenotazione).
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:15. Partenza ore 7:30
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17:30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

L’escursione che conclude l’anno si svolge come di consueto in territorio sloveno e precisamente sul Mali e Veliki Vrše, rilievi situati all’estremità nord dell’Altipiano di Trnova, a breve distanza dalla città di Nova Gorica. Superato il paese di Čepovan si abbandona la strada principale svoltando a destra in direzione di alcune case sparse. Proseguendo su sterrato si giunge dopo 1 km ad una sella dove si parcheggia. Il percorso segue una strada forestale in leggera salita fino ad un evidente bivio con punto panoramico sulle Alpi Giulie e, foschie permettendo, sul Triglav. Voltando a destra si percorre una vecchia strada forestale al termine della quale si procede lungo un sentiero che si percorre fino a superare un recinto per gli animali. Ora il percorso presenta un susseguirsi di radure e praterie in continuo saliscendi, dove d’estate pascola del bestiame. Superati dei ruderi si punta a destra lungo uno spallone erboso seguendo i nastri bianco/rossi (attentamente posizionati da Bruno). Giunti ad un prato completamente recintato si procede ancora lungo il sentiero fino ad incrociare una strada forestale che si percorre in leggera discesa fino ad un evidente segno circolare bianco/rosso, superato il quale si arriverà ad un monumento dedicato ai partigiani della seconda guerra mondiale, eretto nei pressi dei ruderi di un ospedale militare. Oramai la meta è vicina ed in breve si giunge al Mali Vrše (808 m). Il rientro avviene sulla medesimo percorso dell’andata con breve variante nella parte conclusiva, lungo strade forestali con ampia visuale sulla vallata di Čepovan. Al termine dell’escursione trasferimento con le autovetture fino al villaggio di Lokve dove ci sarà un allegro momento conviviale a base di “jota slovena” in agriturismo. Coloro che si fermeranno a pranzo devono avvisare i capigita entro giovedì sera per prenotare il locale.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 


  • 0

Domenica 18 novembre 2018 – Anello di Uerpa

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile – Escursionismo Ο – Escursionismo Seniores
Capo escursione: Olivo Aulo Fregonese Graziano  
Contatti: 335 7280035 346 6853375  
Grado di difficoltà: E Escursionistico
Tempi: Anello ore 5
Dislivello: 625 m lunghezza 11 km  
Itinerario: Si risale la strada che da Tolmezzo conduce a Fusea e poi a Buttea e da qui si raggiunge la località Case Uerpa
Cartografia: Tabacco 13
Sentieri CAI:  
Interesse: Paesaggistico
Equipaggiamento / attrezzatura  
Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:15
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17,30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

L’altopiano di Lauco si eleva tra la Valle del But e la Val Degano ed è formato da cime e crinali ricoperti da pascoli e praterie. Il ciglio meridionale dell’altopiano piomba roccioso e verticale in un unico salto fino a livello della Val Tagliamento. L’escursione odierna, in questo territorio, parte da Uerpa dirigendosi, lungo la strada, verso est per giungere, subito dopo, a case Vas. Da qui si segue la pista forestale iniziando a risalire piacevolmente in un bel bosco di faggio che contorna tutto il versante est del monte Vas. Poco prima di raggiungere forcella di Corce si incontra un bivio da cui si diparte, sulla destra, la strada che conduce a Malga Corce. Si prosegue, quindi, verso sinistra per giungere, dopo pochi metri, alla forcella di Corce che divide il monte Vas dal monte Dauda. Da qui si segue, verso sinistra, la traccia di sentiero che sale lungo la linea di cresta verso la vetta del monte Vas (1403 m). Ritornati alla forcella di Corce si prosegue a sinistra così come si mantiene la sinistra anche al successivo bivio che si incontra subito dopo. Superate le case di Dolaces si rientra nel bosco fino a giungere al bivio per Runchia. Si continua a sinistra risalendo il breve tratto necessario ad arginare un esteso movimento franoso oltre il quale la pista inizia a scendere uscendo dal bosco. Raggiunte le case di Pesmulet si percorre la strada asfaltata che, in breve, raggiunge Uerpa completando così l’anello.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :


  • 0

Ferrata del Monte Zermula 2143 m – 21 ottobre 2018

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile – Escursionismo Ο – Escursionismo Seniores
Capo escursione: Baruzzo Mauro Vrech Carlo  
Contatti: 338 8559 872 335 1858 723  
Grado di difficoltà: EEA Per escursionisti esperti, con attrezzatura
Tempi: 5 ore circa
Dislivello: Salita 700 m Discesa: 700 m  
Itinerario: Da passo Cason di Lanza 1552 m salita attraverso la ferrata nord al Monte Zermula 2143 m, discesa alla Forca di Lanza, salita attraverso la ferrata sud al Zuc della Guardia 1911 m, discesa fino al passo Cason di Lanza.
Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 009
Sentieri CAI:  
Interesse: Paesaggistico
Equipaggiamento / attrezzatura Casco, imbrago e set da ferrata
Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7.
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 17,30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.

Relazione:

Ferrata del Monte Zermula 2143 m e Zuc della Guardia
Passo Cason di Lanza – Alpi Carniche

Iniziamo a camminare sulla comoda carrareccia che conduce verso la caserma della Guardia di Finanza. Subito dopo prendiamo una traccia di sentiero segnalata che si dirama sulla destra e senza particolari difficoltà, arriviamo alla base della via ferrata. L’inizio della ferrata è indicato da una targa metallica e, dopo aver indossato casco, imbrago e kit da ferrata, affrontiamo la prima rampa della Ferrata dell’Amicizia che sale un diedro obliquo. Questi primi metri richiedono dei movimenti atletici; usciti dal diedro, la verticalità e conseguentemente le difficoltà si abbassano. La via prosegue senza particolari difficoltà su percorso logico in direzione di una placca posta nei pressi di un imponente diedro. Usciti dal successivo canale troviamo sulla sinistra la cassetta metallica rossa contenente il libro della ferrata. Poi attraversiamo ancora un tratto verso sinistra e affrontiamo l’ennesimo canalino. Al termine del canalino saliamo un altro diedro al termine del quale, in direzione sinistrosa, per facili placche usciamo al sole sulla erbosa parete sud dello Zermula. Proseguiamo su comodo sentiero verso la cima dello Zermula (2143 m s.l.m.). Dalla vetta, prendiamo il sentiero che, andando verso sud-est ci porta alla Forca di Lanza (1831 m s.l.m.). Dalla Forca di Lanza scendiamo per un centinaio di metri fino a quando incontriamo, sulla destra, un cartello che ci indica lo Zuc della Guardia. Seguiamo la traccia di sentiero che inizialmente si destreggia nei meandri di una vecchia trincea, per poi svilupparsi su una cengia erbosa a mezza costa fino ad arrivare all’attacco della Via Ferrata degli Alpini, identificata da una targa metallica. All’inizio si sale una scaletta metallica, alta una decina di metri, che rappresenta il primo strappo verticale della via. Dopo averla superata, proseguiamo su facili rocce seguendo il cavo metallico che porta agevolmente sulla vetta dello Zuc della Guardia (1911 m s.l.m.). Discesa: seguiamo la traccia di sentiero che si sviluppa sul versante Nord-Ovest. Dopo pochi metri incontriamo una catena e, superatala, continuiamo sul sentiero attrezzato fino alla base della parete, da dove seguiamo il sentiero che riporta in breve al passo Cason di Lanza.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :


Calendario articoli pubblicati

Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Le nostre immagini