Archivio Categoria

La leggenda di un alpinista straordinario – a cura di Christian Selleri – Lunedì 22 aprile 2024, ore 20:45 – Sede CAI

Category : Gruppo Culturale

Alpinismo dell’Est Europeo

10 “Ottomila”
La leggenda di un alpinista straordinario

Ricerca e presentazione a cura di Christian Selleri
Una serata di alpinismo d’alta quota quella che verrà proposta lunedì 22 aprile al CAI di Cervignano. La leggenda di un alpinista dell’Est Europeo di cui si sa ben poco nonostante i suoi dieci “Ottomila”, i vari tentativi al K2, le vie impossibili, e tante cime importantissime conquistate in tutto il mondo.
Grazie alle ricerche di Christian Selleri vi parleremo di questo grande alpinista che merita tutta la nostra attenzione per una vita dedicata alla montagna e di cui non vi sveleremo il nome fino a inizio serata.

Come si sa, i maggiori protagonisti conosciuti dell’alpinismo europei ed extraeuropei sono diventati particolarmente noti perché hanno scritto la storia delle imprese in montagna. In alcuni casi sono divenuti dei veri e propri miti per i primati, per le cime conquistate, per le invernali, per aver tracciato nuove vie ma anche per le tragedie che spesso li hanno coinvolti. Contemporaneamente, come il caso proposto in questa serata, ci sono alpinisti di altrettanto valore che per il loro stile di vita, per il modo di vivere la montagna, o anche solo per l’appartenenza geografica, son quasi del tutto sconosciuti al grande pubblico.
Per esempio, quando si parla di alpinismo dell’Est Europeo, il pensiero corre sempre al mitico Jerzy Kukuczka detto Jurek, il secondo uomo a scalare tutti i 14 “Ottomila” della terra dopo Messner. Ma la Polonia, oltre a Jurek, ha sfornato un sacco di alpinisti temerari con un picco negli anni 70 e 80 e con un discreto seguito fino ai giorni nostri. Ciononostante, difficilmente si ricordano i loro nomi.
Altrettanto succede per gli alpinisti sloveni che negli anni 90 hanno scalato tutti gli “Ottomila” e nei dieci anni successivi hanno realizzato alcune delle scalate più drammatiche e futuristiche tracciando nuove vie. Tra questi Nejk Zaplotnik, in Italia non lo conosce quasi nessuno, neanche fra gli “addetti ai lavori”, ma Nejk è stato uno dei maggiori alpinisti a livello internazionale del Novecento, paragonato nientemeno che a Bonatti e a Messner.
Non mancate quindi a questa straordinaria serata di grande alpinismo in cui scoprirete un altro protagonista dell’Est che si rivelerà a dir poco sorprendente se non addirittura eroico.

Lunedì 22 aprile 2024, ore 20:45, Sede CAI, Via Garibaldi 18, Cervignano del Friuli

Christian Selleri, laureato in fisica, è insegnante di scuola media superiore. Appassionato di storia, è un esperto in genealogia con specializzazione in ricerche negli archivi italiani e stranieri. Socio e collaboratore della Sezione Isontina della Società Friulana di Archeologia, conduce ricerche, corsi e conferenze su argomenti e personaggi del territorio, nazionali e dell’Est Europeo.

INGRESSO LIBERO

Informazioni: 338 3138968 (Nevio)


MONTE PRIZNICA (383 m) – PLAVE (191 m) (SLO) Mercoledì 20 marzo 2024

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo:  – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

Medeot Nevio (guida)

Gaspardis Andrea

Fabris Gabriella

Contatti:

338 3138968

335 8387161

338 3860656

Grado di difficoltà: E Escursionistico
Tempi:

Anello complessivo: ore 4:00

Dislivello:

360 m

Itinerario:

Plave stazione ferroviaria (191 m) – Sentiero Poti Miru primo tornante strada per Palievo – Monte Priznica 383 m – Chiesa Sv. Kvrina (San Quirino) – Chiesa San Luigi – Plave stazione ferroviaria (191 m)

Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 054
Sentieri CAI:

Pot Miru – Sentiero della Pace

Interesse:

Storico

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI RISPETTARE LE NOTE OPERATIVE.

Bastoncini – ghette – spray antizecca e documento valido per l’espatrio

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:30. Gradisca d’Isonzo park Piazza dell’Unità – ore 7:50
Luogo e ora di arrivo:

Gradisca d’ Isonzo ore 16:30, Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 15:50

Mezzo: Auto propria
Allegati:
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI

COME DI CONSUETO, PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO PASSARE IN SEDE IL GIOVEDÌ PRIMA DELL’ESCURSIONE PER ISCRIVERSI O CONTATTARE PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE

Relazione:

Escursione guidata a cura del Gr. Culturale con alcune soste per illustrazione degli eventi storici accaduti nei luoghi della visita.

Da Cervignano ci recheremo prima a Gradisca d’ Isonzo per poi dirigerci al valico goriziano di Salcano (Solkan) in Slovenia. Appena fuori dal centro abitato, al semaforo, gireremo a sinistra verso Plave dove parcheggeremo le macchine presso la stazione ferroviaria sull’altro lato dell’Isonzo.

Il sentiero, inserito nel Progetto Europeo di Cooperazione Transfrontaliera “Walk of Peace” (Poti Miru o Sentiero della Pace), parte in corrispondenza del primo tornante della strada per Paljevo, che raggiungeremo dopo aver riattraversato il ponte e la strada proveniente da Salcano.

Prima di muoverci, breve introduzione e inquadramento storico/geografico a cura del gr. Culturale.

In rapida salita passeremo accanto a vari resti delle postazioni italiane durante la Grande Guerra poste sotto la cima, per poi raggiungere le posizioni di prima linea italiane e austroungariche aspramente contese per quasi due anni a quota 383 (Priznica). Dalla cima scenderemo leggermente in un avvallamento che ci condurrà poi sullo spiazzo dove sorge la ricostruita chiesetta di Sv. Kvrina (S. Quirino).

Sempre il leggera discesa, attraverseremo il borgo di Paljevo tramite strada asfaltata per impraticabilità del sentiero che lo aggira, poi ci immetteremo nuovamente nel bosco in costante discesa fino a costeggiare un rivolo d’acqua che ci porterà in un ampio terrazzo in riva all’Isonzo, dove troveremo la ricostruita chiesetta di San Luigi. Edificata nel 1917 dai soldati italiani, è stata recentemente restaurata da varie associazioni. Dalla cappella, costeggiando l’Isonzo e passando nuovamente il ponte, torneremo alla stazione e alle nostre automobili.

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 00431 364288
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it


A spasso attorno all’Annapurna – Luca Pitton – Lunedì 19 febbraio 2024 ore 20:45

Category : Gruppo Culturale

Club Alpino Italiano
Sez. di Cervignano del Friuli, “Giusto Gervasutti”
Gruppo Culturale
Presenta:

A spasso attorno all’Annapurna

Reportage di viaggio a cura di Luca Pitton

Lunedì 19 febbraio 2024, ore 20:45
Sede CAI, Via Garibaldi 18, Cervignano del Friuli


Per gli alpinisti l’Annapurna è l’8.000 più difficile e pericoloso, in questa serata raccontiamo il classico trekking che si sviluppa attorno al suo massiccio: una tranquilla sgambata di 200 km prima risalendo la valle Marsyangdi e poi discendendo la Kali Gandaki. Un percorso in sviluppo graduale, dalle valli fino al passo Thorung La a 5.400 m, lungo sentieri che si snodano fra panorami di alte cime, ponti dondolanti e villaggi abitati sino ai 4.000 di altitudine. L’ammirazione per la natura montana si accompagna al piacevole osservare la vita quotidiana delle genti: che si offrono tra occupazioni domestiche, l’impegno dei campi, la scuola, la gentilezza sempre costante espressa in continui sorrisi e ‘namaste’.
Non mancate a questo interessantissimo reportage di trekking attorno all’Annapurna, lunedì 19 febbraio nella sede CAI di Cervignano del Friuli.

Luca Pitton, socio CAI e coordinatore di Avventure nel Mondo, ha una spiccata inclinazione per i viaggi trekking.

INGRESSO LIBERO
Informazioni: 338 3138968 (Nevio)


Calendario articoli pubblicati

Giugno 2024
L M M G V S D
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

Calendario eventi

Giugno 2024
LMMGVSD
      1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
« Mag   Lug »

Informazioni contatto

0431 364288

info@caicervignano.it

Ogni giovedì dalle ore 21.00 alle 22:30

Via Garibaldi, 18 - 33052 CERVIGNANO DEL FRIULI (UD)