Archivio Categoria

  • 0

CAI Cervignano – 3 marzo 2021 – Casera Mimoias

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  Ο – Escursionismo  – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

GASPARDIS  Andrea

FABRIS  Gabriella

 
Contatti:

35 8387161

338 3860656

 
Grado di difficoltà: EAI Escursionismo in ambiente innevato
Tempi:

Salita 2:30 ore   Discesa 2:00 ore

Dislivello: Salita 500 m Discesa: 500 m  
Itinerario:

Si risale la Val Pesarina fino al parcheggio di Pian di Casa.

Cartografia: Tabacco 1:25000 foglio 01
Sentieri CAI: 203
Interesse:

Naturalistico paesaggistico

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI AVERE CON SE MASCHERINA E GEL DISINFETTANTE (dispositivi DPI). 

Oltre alla normale attrezzatura di escursionismo, ciaspe, ghette, bastoncini.

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:30. Parcheggio Caramel a Palmanova ore 7:45
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18
Mezzo: Auto propria. RISPETTANDO LE NORME NAZIONALI E REGIONALI.
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI IN EMERGENZA COVID-19 

I partecipanti si impegnano a rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro inerente all’utilizzo dei dispositivi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) secondo quanto disposto dalle Autorità competenti al fine di limitare la diffusione del contagio virale. I partecipanti si impegnano a rispettare scrupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dai capi-escursione responsabili dell’attuazione delle misure anticovid durante l’escursione.

I partecipanti si impegnano a COMPILARE E SOTTOSCRIVERE IL MODULO DI DICHIARAZIONE E DI CONSEGNARLO AI CAPI-ESCURSIONE PRIMA DELL’INIZIO DELL’ESCURSIONE STESSA.

Chi intende aderire è consapevole che non potrà essere ammesso:

– se sprovvisto dei necessari DPI (mascherina e gel disinfettante) e di quant’altro indicato dai capi-escursione;

– se è soggetto a quarantena, se è a conoscenza di essere stato a contatto, negli ultimi 14 giorni, con persone positive o se non è in grado di certificare di avere una temperatura corporea inferiore a 37,5°C e assenza di sintomi simil influenzali ascrivibili al Covid-19.

Durante l’escursione i partecipanti si impegnano a rispettare scrupolosamente il distanziamento di 2 metri tra le persone.

Sono vietati scambi di attrezzature, oggetti, cibi, bevande o altro tra i partecipanti non appartenenti allo stesso nucleo familiare.

E’ responsabilità dei partecipanti non disperdere mascherine o quant’altro lungo il percorso al fine di evitare inquinamento a danno di tutti ma in specialmodo delle popolazioni montane.

IL NUMERO DI PARTECIPANTI E’ LIMITATO A 20 PERSONE PIU’ I CAPI-ESCURSIONE. PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO ISCRIVERSI CONTATTANDO PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE TELEFONICAMENTE

Relazione:

Risalita interamente la Val Pesarina si giunge in località Pian di Casa dove si parcheggia l’auto.

Si prosegue a piedi lungo la strada asfaltata che conduce a Casera Razzo, che in questa occasione è coperta da un’abbondante strato di neve, fino al termine del lungo rettilineo dove si incontra un percorso alternativo che ci consente di evitare i due tornanti presenti. Tutta l’escursione si svolge attraversando un bellissimo bosco di faggi ed abeti. Ripreso il tracciato della strada asfaltata la si percorre fino ad incontrare sulla destra la strada di servizio alla malga che sale in leggerissima pendenza. Dopo poche decine di metri si incontra un bivio che, a sinistra, conduce a forcella Lavardet, mentre noi proseguiamo sulla traccia di destra che, alternando leggere salite a tratti pianeggianti, segue le anse della montagna soprastante fino a giungere nella valletta solcata dal Ria Mimoias. Qui il bosco si dirada facendo spaziare la vista lungo tutta la Val Pesarina. La salita qui si accentua e con alcuni tornanti la strada sbuca nei pressi della malga.

Per la discesa si segue fino a quota 1450 m circa dove abbandoniamo la strada per seguire una traccia nel bosco che, facendoci fare un piccolo anello, ci riconduce alla strada asfaltata evitando i due tornanti della stessa. Seguiamo, quindi, il tracciato della strada asfaltata e, in breve, ci ritroviamo al parcheggio.

2020 20-60

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :

Category : Gruppo Seniores


  • 0

28 FEBBRAIO 2021 – Scialpinismo – Giro A: PIC CJADIN 2302 m – Giro B: MONTE DIMON 2043 m

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile  Ο – Escursionismo – Quota 2000
Capo escursione:

Carlo Vrech

   
Contatti:

335 1858723

   
Grado di difficoltà: MS Medio sciatore
Tempi: 5:00 ore
Dislivello:

Salita 900 m (giro B 600 m)

Discesa 900 m (giro B 600 m)

 
Itinerario:

Giro A: PIC CJADIN 2302 m – dal rif. Tolazzi, passando per il rif. Marinelli.

Giro B: MONTE DIMON 2043 m – da Castel Valdajer, per cresta, passando dal Monte Neddis.

Cartografia:

Tabacco 1:25000 fogli 01 (giro A) e 09 (giro B)

Sentieri CAI:  
Interesse:

Paesaggistico

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI AVERE CON SE MASCHERINA E GEL DISINFETTANTE (dispositivi DPI).

E’ obbligatorio il casco e il kit di soccorso in caso di valanga, precisamente Artva, pala e sonda

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 6:30. Partenza ore 6:45
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 16:30 circa
Mezzo: Auto propria
Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI IN EMERGENZA COVID-19

I partecipanti si impegnano a rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro inerente all’utilizzo dei dispositivi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) secondo quanto disposto dalle Autorità competenti al fine di limitare la diffusione del contagio virale. I partecipanti si impegnano a rispettare scrupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dai capi-escursione responsabili dell’attuazione delle misure anticovid durante l’escursione.

I partecipanti si impegnano a COMPILARE E SOTTOSCRIVERE IL MODULO DI DICHIARAZIONE E DI CONSEGNARLO AI CAPI-ESCURSIONE PRIMA DELL’INIZIO DELL’ESCURSIONE STESSA.

Chi intende aderire è consapevole che non potrà essere ammesso:

– se sprovvisto dei necessari DPI (mascherina e gel disinfettante) e di quant’altro indicato dai capi-escursione;

– se è soggetto a quarantena, se è a conoscenza di essere stato a contatto, negli ultimi 14 giorni, con persone positive o se non è in grado di certificare di avere una temperatura corporea inferiore a 37,5°C e assenza di sintomi simil influenzali ascrivibili al Covid-19.

Durante l’escursione i partecipanti si impegnano a rispettare scrupolosamente il distanziamento di 2 metri tra le persone.

Sono vietati scambi di attrezzature, oggetti, cibi, bevande o altro tra i partecipanti non appartenenti allo stesso nucleo familiare.

E’ responsabilità dei partecipanti non disperdere mascherine o quant’altro lungo il percorso al fine di evitare inquinamento a danno di tutti ma in specialmodo delle popolazioni montane.

IL NUMERO DI PARTECIPANTI E’ LIMITATO A 20 PERSONE PIU’ I CAPI-ESCURSIONE. PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO ISCRIVERSI CONTATTANDO PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE TELEFONICAMENTE

Relazione:

PIC CJADIN 2302 m

Itinerario noto delle Alpi Carniche che permette un tappa intermedia al rif. Marinelli; discesa verso casera Moraret molto piacevole.

Dal rif. Tolazzi si segue la strada forestale fino alla malga Moraret; dalla stessa per ampio vallone si raggiunge il rif. Marinelli da dove si risale sulla sx la spalla sud del Pic Cjadin.

Discesa:per la via di salita. Con condizioni favorevoli direttamente dalla vetta sul versante sud.

MONTE DIMON 2043 m

Salita semplice dalle pendenze modeste e con dislivello contenuto. Da Castel Valdajer, lungo le piste dismesse, si raggiunge la dorsale nei pressi di alcune antenne; ora si sale la dorsale ampia ed agevole fino al Monte Neddis dal quale si riprende a salire il cupolone sommitale del monte Dimon.

Discesa: lungo la via di salita.

Il numero dei partecipanti potrà essere INFERIORE a 20 (limite dettato dalle norme anti-COVID) e sarà definito dall’accompagnatore.

2020 20-60

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 


  • 0

M.te CUAR 1350 m – M.te DURON 1231m – 21 febbraio 2021

Stemma CAI nazionale

CLUB ALPINO ITALIANO

Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”

Logo Alpinismo Giovanile
Gruppo: Ο – Alpinismo Giovanile – Escursionismo Ο – Escursionismo Seniores
Capo escursione:

AE Boemo Cristian

Sattolo Michele

 
Contatti:

348 7693599

340 7114846

 
Grado di difficoltà: EAI Escursionismo in ambiente innevato
Tempi:

escursione ad anello 4:00 ore

Dislivello: Salita 500 m Discesa: 500 m  
Itinerario:

Dal Centro sportivo Curiedi 900 m salita a S.lla Duron 1080, poi alla cima Duron 1231 m, alla cima del Cuar 1350 e poi discesa a forca Novantes 1216 m per poi ritornare al p.to di partenza.

Cartografia: Tabacco 013 1:25000
Sentieri CAI:  
Interesse:

naturalistico-ambientale.

Equipaggiamento / attrezzatura E’ OBBLIGO DEI PARTECIPANTI AVERE CON SE MASCHERINA E GEL DISINFETTANTE (dispositivi DPI).

oltre alla normale attrezzatura di escursionismo, ciaspe, ghette, bastoncini, abbigliamento invernale e ricambi.

Pranzo: Al sacco
Luogo e ora di partenza: Ritrovo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18, ore 7:30. (se diverso in accordo con i responsabili escursione)
Luogo e ora di arrivo: Cervignano del Friuli sede CAI, via Garibaldi, 18
Mezzo: Auto propria

RISPETTANDO LE NORME NAZIONALI E REGIONALI

Allegati:  
Note: Sarà ad insindacabile giudizio degli Accompagnatori e/o capi escursione responsabili ogni variazione di itinerario e/o programma, in funzione delle condizioni atmosferiche, del percorso e della preparazione del gruppo.
L’iscrizione all’escursione è un atto volontario che ognuno deve compiere responsabilmente. Il partecipante deve essere consapevole che l’escursione, pur se guidata da accompagnatori e/o capi-escursione di provata esperienza pratica, presenta le difficoltà illustrate nella presente relazione; pertanto è tenuto a verificare da sé il proprio effettivo grado di preparazione a garanzia della personale incolumità. La responsabilità personale del partecipante perdura per l’intera escursione e non viene meno neppure nel caso in cui l’accompagnatore e/o capo escursione non abbia esercitato la facoltà di esclusione.
NOTE OPERATIVE PER I PARTECIPANTI IN EMERGENZA COVID-19

I partecipanti si impegnano a rispettare le norme di igiene, di distanziamento e quant’altro inerente all’utilizzo dei dispositivi DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) secondo quanto disposto dalle Autorità competenti al fine di limitare la diffusione del contagio virale. I partecipanti si impegnano a rispettare scrupolosamente le indicazioni e le direttive impartite dai capi-escursione responsabili dell’attuazione delle misure anticovid durante l’escursione.

I partecipanti si impegnano a COMPILARE E SOTTOSCRIVERE IL MODULO DI DICHIARAZIONE E DI CONSEGNARLO AI CAPI-ESCURSIONE PRIMA DELL’INIZIO DELL’ESCURSIONE STESSA.

Chi intende aderire è consapevole che non potrà essere ammesso:

– se sprovvisto dei necessari DPI (mascherina e gel disinfettante) e di quant’altro indicato dai capi-escursione;

– se è soggetto a quarantena, se è a conoscenza di essere stato a contatto, negli ultimi 14 giorni, con persone positive o se non è in grado di certificare di avere una temperatura corporea inferiore a 37,5°C e assenza di sintomi simil influenzali ascrivibili al Covid-19.

Durante l’escursione i partecipanti si impegnano a rispettare scrupolosamente il distanziamento di 2 metri tra le persone.

Sono vietati scambi di attrezzature, oggetti, cibi, bevande o altro tra i partecipanti non appartenenti allo stesso nucleo familiare.

E’ responsabilità dei partecipanti non disperdere mascherine o quant’altro lungo il percorso al fine di evitare inquinamento a danno di tutti ma in specialmodo delle popolazioni montane.

IL NUMERO DI PARTECIPANTI E’ LIMITATO A 20 PERSONE PIU’ I CAPI-ESCURSIONE. PER PARTECIPARE ALL’ESCURSIONE E’ NECESSARIO ISCRIVERSI CONTATTANDO PERSONALMENTE UNO DEI CAPI-ESCURSIONE TELEFONICAMENTE

Relazione:

L’escursione che proponiamo si sviluppa in un territorio che non annovera tra le sue vette nomi importanti, e normalmente non viene considerato dagli escursionisti.  Comunque l’intera area costituisce un bacino idrogeologico unico e omogeneo con molteplici e singolari fenomeni naturali. L’altopiano di Lauco-Curiedi, si sviluppa tra il torrente But a Est, il Degano a Ovest, a Sud il Tagliamento ed a Nord il gruppo del Dauda e Arvenis Tamai. E’ una vasta area caratterizzata da collinette, piccole valli, sorgenti e variegata vegetazione mista di campi, prati e boschi, che offrono splendidi panorami. Il sito è anche ricco di rarità naturalistiche, quali le torbiere, ovvero biotopi acquiferi con piante carnivore ed orchidee autoctone.

In questa stagione, in particolar modo quest’anno, le abbondanti nevicate ricoprono uniformemente il territorio, e lo rendono facilmente fruibile dagli escursionisti, senza particolari pericoli.

Con l’auto raggiungeremo il centro sportivo di Fusea e percorrendo la strada forestale che conduce a Forchie Navantes, raggiungeremo la Sella Duron 1079 m ca 2 km. Con direzione nord saliremo l’omonimo Monte Duron 1231 m e subito dopo il Monte Cuar 1350 m. Da queste due sommità si potrà ammirare il panorama che ci circonda sulle principali vette della conca Tolmezzina. L’intenzione ora è di scendere a Forchie Navantes 1216 m e ritornare sui nostri passi verso Curiedi (4 km).

2020 20-60

CLUB ALPINO ITALIANO
Sezione di Cervignano del Friuli “Giusto Gervasutti”
Via Garibaldi, 18 – 33052 Cervignano del Friuli (UD)
Tel. 0431 30283
info@caicervignano.it – www.caicervignano.it
 

Tags :