La Commemorazione di Giusto Gervasutti a Cervignano del Friuli

  • 0

La Commemorazione di Giusto Gervasutti a Cervignano del Friuli

La sezione CAI di Cervignano del Friuli ha organizzato una commemorazione di Giusto Gervasutti nel settantesimo anniversario della sua scomparsa.

Il giorno 5 novembre 2016 il famoso alpinista, nato a Cervignano nel 1909 e trasferitosi a Torino nel 1931, è stato ricordato presso la locale Casa della Musica, con una conferenza che ha saputo coinvolgere i numerosissimi convenuti in un clima di toccante commozione.

A fare gli onori di casa la presidente del CAI Cervignano, Flavia Valent, che (con la preziosa collaborazione dell’intera Sezione) ha saputo organizzato, con capacità e precisione, un evento di particolare successo. Invitato di riguardo il torinese Carlo Crovella, Istruttore della Scuola Nazionale di scialpinismo SUCAI Torino e Socio Accademico del GISM (Gruppo Italiano Scrittori di Montagna).

Crovella ha di recente raccolto, in un documento sistematico (intitolato: L’unico, il vero, il solo fortissimo), tutti gli studi e le ricerche da lui condotti, lungo numerosi decenni, su Giusto Gervasutti, appunto conosciuto come Il Fortissimo.


Carlo Crovella con la Presidente del CAI Cervignano, Flavia Valent (foto: D. Marizza)


Nel corso dell’intervento di Crovella sono stati analizzati tutti i risvolti di una personalità molto complessa quale quella di Gervasutti, individuando le sue peculiarità di grande alpinista, di valente organizzatore didattico (fu Direttore della Scuola di alpinismo Boccalatte del CAI Torino), e, infine, di uomo d’eccezione, dotato di sconfinata generosità d’animo, fine sensibilità e inusuale lucidità d’analisi. La conferenza è stata arricchita dagli interventi di tre cugini (di secondo grado) del grande Giusto: si tratta di Sergio, Clara e Giusto Gervasutti (!), così chiamato perché si tratta del primo nato in famiglia dopo la scomparsa dell’illustre parente.

Le testimonianze dei cugini Gervasutti hanno permesso all’attentissimo pubblico di venire a conoscenza anche di aneddoti, ricordi d’infanzia e vari racconti di famiglia. In un clima di intensa cordialità, la serata è proseguita con una piacevolissima cena, dove si sono nuovamente mescolati (anche con l’aiuto del tintinnare dei bicchieri…) ulteriori curiosità sul personaggio Gervasutti, recensioni di gite personali e progetti di prossime escursioni. Il giorno successivo (6/11/16), una delegazione del CAI Cervignano, guidata dalla presidente Flavia Valent, ha accompagnato Crovella a visitare il monumento dedicato a Gervasutti (posto nella piazza principale del paese), la casa dove Giusto abitò da ragazzo (con la famiglia) e, infine, la sua tomba che si trova nel cimitero di Palmanova (a circa 10 km da Cervignano).

Durante tutte le fasi della commemorazione, sono emerse ripetute conferme circa il carattere di “profonda passione alpinistica” tipico della bassa friulana. Basti pensare che, a poche decine di metri da Gervasutti, riposa Ardito Desio (!), capo della spedizione italiana al K2 del 1954. Inoltre, la famiglia della presidente Flavia Valent è originaria del poco distante San Vito al Tagliamento, paese natale di Riccardo Cassin (!).

Grazie alla presenza di Crovella, socio del CAI Torino dal 1969, la commemorazione di Gervasutti ha assunto il valore di “gemellaggio ideale” fra le due realtà (Cervignano e Torino), in cui ha vissuto, lasciando un segno indelebile, il grande Giusto Gervasutti, detto Il Fortissimo.

Redazione Monti e Valli

Category : Attività varie


Lascia un commento

Calendario articoli pubblicati

novembre: 2016
L M M G V S D
« Ott   Dic »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
282930  

Le nostre immagini