Mercoledì 5 aprile 2017 – Monte Medol (1124 m)

  • 0

Mercoledì 5 aprile 2017 – Monte Medol (1124 m)

L’escursione al Monte Medol ha inizio dall’abitato di Arcola percorrendo per circa 200 metri la strada regionale della Val Cellina fino a giungere al ponte che attraversa il torrente Cellina.

Oltrepassato il ponte si imbocca la Valle Prescudin risalendola lungo la strada che porta a Villa Emma. Dopo circa quindici minuti si devia a sinistra seguendo il Sentiero del Clap che si inoltra nel bosco. Dopo aver attraversato una prima volta la strada asfaltata il sentiero sbuca sulla strada stessa che la si percorre per un non breve tratto fino ad un bivio ove si prende, a destra, la strada forestale che conduce nel piazzale che ospita il Palazzo Prescudin noto anche col nome di Villa Emma. La foresta del Prescudin era un possedimento dei signori di Montereale-Mantica fin dai tempi del Patriarcato di Aquileia mantenendola fino al 1883 quando viene ceduta al conte Cattaneo il quale decide di dare il nome al palazzo, costruito dal precedente proprietario, di “Villa Emma”. La villa, attorniata da una casera con stalla e latteria, era adibita a residenza estiva padronale.

Monte Medol

Lasciata la località si segue la mulattiera con segnavia CAI 978 che si inoltra nella Val Tesseit fino a giungere ad un bivio ove si abbandona il sentiero principale per seguire la mulattiera che si dirige a destra che, dopo aver attraversato il torrente inizia a salire le pendici del monte Medol. Salendo si attraversa una bella faggeta caratterizzata dalla presenza da alcuni esemplari di tasso, uno di questi pluricentenario caratterizzato da un tronco tormentato e da un esteso apparato radicale. Giunti alla base del pendio terminale lo si risale a comode svolte guadagnando in breve il crinale dove è collocata una vecchia, e ormai in disuso, centralina meteorologica. Da qui si prosegue verso destra lungo la dorsale sempre più panoramica fino alla cima completamente sgombra dalla vegetazione.
Particolarmente bello ed ampio è il panorama che si apre sulla dorsale Crep Nudo-Monte Messer-Monte Sestier oltre la quale si estende l’Alpago.
Per il ritorno si segue il medesimo itinerario.

Carta Tabacco: 012
Dislivello: 700 m
Lunghezza: 14,5 km
Difficoltà: E
Altitudine min: 442 m
Altitudine max: 1114 m
Tempo del percorso: salita ore 3,30 discesa ore 2,00
Trasporto: mezzi propri
Coordinatori: Livio Sverzut 328 3617576 e Lucio Tolloi 335 1341217

Category : Gruppo Seniores


Lascia un commento

Calendario articoli pubblicati

marzo: 2017
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Le nostre immagini