Mercoledì 7 giugno 2017 – Monte TOC (1921 m)

  • 0

Mercoledì 7 giugno 2017 – Monte TOC (1921 m)

Il Monte Toc è divenuto tristemente famoso per il disastro del Vajont: il 9 ottobre 1963 una colossale frana cadde dai fianchi dirupati del monte nel lago artificiale sottostante, straripando oltre la diga del Vajont, distruggendo diverse frazioni di Erto e Casso e Longarone e provocando 1910 morti.

L’origine del toponimo proviene dalla parlata locale: la radice “Toc” in lingua friulana indica qualcosa di “guasto”, “avariato”, “sfatto”, condividendo lo stesso etimo dell’aggettivo “Patoc”. Probabilmente pertanto venne così chiamato per la sua nota franosità, poiché tutto il versante sovrastante era di natura calanchiva.
Giunti nei pressi della diga del Vajont si prende, a sinistra, la strada con indicazione “Pineda” costruita sulla grande frana del monte Toc. Alla prima curva si parcheggia e, quindi, si prende la stradina sterrata che inizia sulla destra con segnavia CAI 907. Al primo bivio si segue il ramo di sinistra che subito si trasforma in sentiero inoltrandosi nel bosco fino ad affacciarsi su un costone con vista sulla valle del Piave e Longarone. Da qui il sentiero si impenna bruscamente rimontando le pendici del monte Ranz salendo lungo una diagonale che percorre il lato occidentale dell’immane frane che rovinò sul lago del Vajont per uscire, poi, dal basco a quota 1400 m ove si apre un vasto panorama sui monti circostanti. Da qui la salita riprende molto ripida fino a giungere al ricovero Casera Vasei. Alla Casera il sentiero CAI 907 ha termine ed inizia, per la cima, una traccia di sentiero segnalato da ometti. Si risale quindi una ripida valletta che separa il Monte Toc dalla Cima Mora fino ad un grosso masso ove è posta una segnalazione per la Cima Mora. Da qui si piega a destra su traccia molto ripida fino ad un gradino roccioso, superato il quale si guadagna la dorsale del monte che su prati parzialmente coperti da moghi conduce prima all’anticima e poi alla cima del Monte Toc. Per la discesa si segue il medesimo itinerario.
Carta Tabacco: 021
Difficoltà: EE
Dislivello: 1100 m
Tempo del percorso:
– salita 4 ore
– discesa 2,30 ore
Altitudine min: 820 m
Altitudine max: 1921 m

Coordinatori: Ferdinando Castellan 340 6680515 e Livio Sverzut 328 3617576

Tags :

Categoria : Gruppo Seniores


Lascia un commento

Calendario articoli pubblicati

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr   Giu »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Le nostre immagini