Domenica 4 giugno 2017 – M. Cuzzer (1462 m) da Case Gost, discesa a Lischiazze

  • 0

Domenica 4 giugno 2017 – M. Cuzzer (1462 m) da Case Gost, discesa a Lischiazze

L’escursione per il M. Cuzzer parte da Lischiazze, in Val Resia, dove parcheggeremo le auto in prossimità dell’ampio spiazzo all’inizio della strada che porta a Sella Carnizza.

In 15-20 minuti di strada ci portiamo fino a case Gost, dove, in corrispondenza della tabella CAI, inizia il nostro sentiero 707.
Attraversato un rio, su un masso troviamo una targa dedicata a Claudio Vogrig, a cui è intitolato questo sentiero.
Già da subito la pendenza si fa sentire. Si attraversa dapprima una zona a pino nero (fioriture di citiso rosso e rododendro cistino), poi si risale un ripido costone, talvolta aiutati da qualche spezzone di cavo o gradini di legno che agevolano il passaggio e trattengono il terreno franoso.
Più in alto si percorre lungamente un bosco di faggio seguendo la traccia che sale sempre ripida su un letto di foglie talvolta scivoloso. Raggiunta una insellatura, il sentiero svolta a sinistra, effettua un traverso nel bosco rimontando in breve sulla stretta dorsale dalla quale finalmente si riesce ad intravedere la croce di vetta e in circa 20 minuti si raggiunge la cimetta erbosa.
La vista è notevole, essendo la cima isolata: a nord il gruppo del Montasio e Canin, a sud si dispiegano tutte le cime dei Musi, a ovest il M. Lavara e le Cime di Campo separate dalla forca Campidello.
Dopo la meritata sosta, si scende con attenzione per verdi e roccette verso sud-ovest, si contorna il versante orientale della cima intermedia e, passando per un canalino attrezzato, si risale alla cima del M. Cuzzer di quota 1449 m. Da qui finalmente si scende in modo deciso e in breve a Forca Tasacuzzer 1235 m, prima nel bosco e poi su un tracciato più assolato e roccioso (già in fiore la genziana di Clusius); dopo il bivio con il sent. 703 il percorso si fa finalmente piacevole e riposante, immerso in una della più belle faggete della val Resia; il sentiero esce poi (attenzione all’attraversamento del rio Secco) in corrispondenza del parcheggio.
E’ questa di certo un’escursione che non concede sconti: terreno quasi sempre ripido, che richiede attenzione su alcuni tratti esposti. Ma il panorama ripaga sicuramente, oltre ad essere un buon allenamento per le future escursioni estive programmate dal CAI…
Tempi: alla cima ore 3 circa; discesa ore 2
Difficoltà escursione: EE
Carta escurs. Tabacco n. 27
Dislivello: 950 m
Abbigliamento: leggero, buoni scarponi, vivamente consigliati i bastoncini
N.B.: portare molta acqua, non ci sono sorgenti lungo il percorso

Coordinatori: Tiziana Delpiccolo 0432 985881, Ottaviano Braida 333 5281532

Partenza da Cervignano, di fronte alla sede sociale di via Garibaldi: ore 7;
eventuale secondo ritrovo: piazzale Hotel Carnia ore 8

AVVISO
Si informa che sono state apportate delle modifiche al programma escursionistico di giugno :
L’escursione “Anello Del M. Plauris” viene posticipata a domenica 18 giugno;
L’escursione “M. Cuzzer” viene anticipata a domenica 4 giugno;
L’escursione “Cuel Da La Bareta” viene posticipata ad ottobre.
Le modifiche sono conseguenti alle condizioni climatiche del mese di maggio che hanno rallentato le fioriture sul Plauris e all’organizzazione della giornata di formazione per i capi escursione di sabato 10 giugno.

Cordiali saluti.
Il Presidente

Tags :

Categoria : Le nostre escursioni


Lascia un commento

Calendario articoli pubblicati

maggio: 2017
L M M G V S D
« Apr   Giu »
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

Le nostre immagini